Archive for Luoghi interesanti

Escursioni dal molo passeggeri di Capodistria

In questo periodo ho finalmente un po di tempo per scrivere qualche cosa sul mio blog. Sto anche lavorando su un altro sito, che si occupa di escursioni, che partono dal molo passeggeri di Capodistria. Vi sono circa 50 navi da crociera che arrivano a Capodistria ogni anno nei ultimi anni e le visite guidate dei gruppi da queste navi sono diventate lavoro per molte guide turistiche della zona includendo anche me. Ci sono stati anche parecchi Italiani con quali ho lavorato.

Norwegian Jade

Norwegian Jade

Vi sono moltissime escursioni interessantissime, che si possono fare partendo da Capodistria. Probabilmente le più famose e gettonate sono le Grotte di Postumia, une delle grotte più grandi aperte al pubblico nel mondo e sicuramente le più grandi e pittoresche in Europa. Sicuramente una destinazione da vistare una volta nella vita.

Il brillante - simbolo delle Grotte di Postumia

Il brillante – simbolo delle Grotte di Postumia

Di recente sta avendo molto successo anche l’escursione a Lubiana, la capitale della Slovenia. Essa e diventata molto conosciuta tra gli Italiani. Dalla mia esperienza posso dire che moltissimi turisti sono rimasti sorpresi da questa città. Suppongo sopratutto perché le aspettative errano differenti e invece hanno trovato una città pulita, pittoresca, vivace e ben organizzata. Lonely Planet America ha messo nel 2014 Lubiana tra i 10 posti da vistare in Europa.

Il simbolo di Lubiana

Il simbolo di Lubiana

Vi sono poi molte altre escursioni che si possono fare da Capodistria. Tra le più gettonate sono: Il Lago di Bled, le Frotte di San Canziano, Lipizza, il vilaggio di Cristole e Pirano.

Per trovare più informazioni riguardo a queste escursioni si può visitare il sito http://www.kopershoreexcursions.com E il sito su quale sto lavorando ed è anche l’agenzia per quale faccio queste visite guidate. Magari un giorni ci incontriamo?

Lascia un commento

Esplorando l’entroterra istriano

In questi giorni ho lavorato con un bel gruppo di Pugliesi. Abbiamo visitato le grotte di Postumia, Lubiana, Capodistria, Pirano e Costabona. Delle altre forse ne avete già sentito parlare, ma Costabona? Questo è un villaggio nel entroterra istriano, e a differenza delle altre città che abbiamo visitato ho voluto fare vedere agli ospiti anche un po, com’è che si vive in campagna. E credo che tra tutti i luoghi, Costabona li è piaciuta di più.

Queste immagini le ho girato qualche mese fa. Infatti e il primo video che ho fatto. Alcune immagini sono anche dal villaggio che ho menzionato prima, gli altri sono invece Padna, San Pietro e altri. Si può vedere, che sono dei bei posti. Alcuni ospiti hanno anche detto, che hanno l’impressione come s e stessero in Italia e ho commentato, che il bel paese non finisce necessariamente al confine ma può andare anche oltre. Infatti questi ospiti, venendo da cosi lontano non conoscevano bene la dinamica e interessante storia di questa penisola e sono rimasti un po sorpresi da quanto l’Istria abbia un carattere anche italiano, oltre che sloveno, croato e anche un po austriaco.

Se non la conoscete ancora l’Istria è una bellissima regione da esplorare. Da soli o con una guida. A dire soltanto per esempio che il sesto anfiteatro romano più grande si trovi a Pola nel sud della penisola istriana. O che ci si può mangiare dei eccellenti tartufi neri, bere del ottimo refosco e ascoltare musica jazz a Grisignana, un villaggio artistico…

Lascia un commento

Giro istriano

Hrastovlje – Cristoglie

Ieri ho avuto la grande fortuna di poter fare da guida ad un gruppo di Sloveni, che vivono in Italia. Abbiamo fatto un giro nella parte del Istria, che oggi si trova in Slovenia. Si sa, che alcuni parlano dell’Istria: “e nostra, e vostra, e loro…”. Io credo personalmente, che un Istriano è un po’ un bastardo purosangue. L’Istria nei ultimi mille anni e sempre stata popolata da Italiani, Sloveni e Croati. E c’era anche qualche Austriaco qua e la.

Durante questo giro abbiamo visitato alcuni posti stupendi: il museo del sale nelle Saline di Sicciole, dove mostrano come si produceva il sale nei scorsi secoli. Abbiamo visitato poi una vecchia torchia, dove si è potuto vedere come facevano l’olio d’oliva una volta e poi abbiamo visitato ancora la chiesetta a Cristoglie, con i sui interessanti affreschi.

Pranzo. Antipasto frutti di mare, primo piatto, fusilli con tartufi, secondo, pesce al forno con patate, dessert, gelato al tiramisù, caffè, e via… con un nave da Capodistria a Portorose, vedendo quasi tutta la costa slovena.

Una impressione molto interessante… anche se parlavano in lingua slovena erano talmente chiacchieroni, che avevo la sensazione di essere con un gruppo di Italiani. Se avreste bisogno di una guida o di un contatto di una agenzia per organizzare qualche cosa di simile vi suggerisco il sito: guidaslovenia.com.

 

Lascia un commento

A Lubiana con una guida

 

La scorsa volta abbiamo fatto con un gruppo da Firenze un gran bel giro a Lubiana, la capitale della Slovenia. Il loro pullman mi ha recuperato già al confine con l’Italia e sulla strada fino alla capitale ho fatto una bella introduzione al paese e alla città. Non abbiamo poi avuto difficoltà a trovare un parcheggio per il pullman.

La prima parte della visita guidata l’abbiamo fatta visitando la Piazza Preseren, che è il centro di Lubiana e poi abbiamo fatto una passeggiata lungo i romantici ponti del fiume Ljubljanica. Dopo aver scoperto la parte medioevale e dopo aver visitato il bellissimo duomo di San Nicolò, siamo andati a pranzare in un vicino ristorane, dove fanno dei piatti tradizionali sloveni.

Zuppa, carne mista alla griglia, insalata, vino rosso o bianco. Gli ospiti erano soddisfatti. Devo però ammettere, che erano un po perplessi riguardo al dolce, struccoli con ricotta, conditi con marmellata ai mirtilli. In Slovenia però si mangia.

Nella seconda parte siamo saliti con la funivia fino al Castello di Lubiana. Una gran bella vista! Dopo essere scesi poi ancora un ora di tempo libero e poi sul pullman e via Venezia.

Questa volta purtroppo mi sono scordato di prendere il CD di un artista sloveno, che canta canzoni istriane in lingua italiana. Cosi ritornando abbiamo ascoltato gli evergreen italiani dell’autista. Sarà per la prossima volta. Ci siamo salutati a Fernetti. Una gran bella giornata!


Lascia un commento

Terme Čatež, ballando sulla riviera termale da 20 anni

Le Terme Čatež vengono considerate le più grandi terme della Slovenia. Si trovano a sudest da Lubiana e distano circa 200 km dal confine con l’Italia. Hanno un offerta molto vasta che va da trattamenti sanitari, alloggi, ricreazione, svago, benessere fino all’offerta supplementare del turismo congressuale, il casino Lido e le gite nei dintorni.

Quest’anno a Čatež festeggiano  il 20° anniversario della loro riviera termale. Essa è un grande sistema di piscine sia esterne che coperte che sono visitate tutto l’anno. Nella riviera offrono una vasta gamma di attrazioni per tutte le età. Le piscine invernali offrono cosi la piscina con onde, l’albero della esperienza, la piscina irregolare con whirlpool, le cascate, il fiume veloce, i lettini massaggianti, gli scivoli. Mentre le piscine estive offrono tre scivoli gemelli, l’isola dei pirati, piscina con scivoli, piscina olimpionica, piscina per bambini e molto altro ancora…

Già da questo si può vedere che le Terme Čatež sono proprio un luogo da visitare. Come tutte le terme della Slovenia anche esse hanno un eccellente rapporto tra la qualità e il prezzo, hanno una lunga tradizione termale e si trovano in un ambiente genuino da esplorare. Per ulteriori informazioni su di esse si consiglia di visitare il sito delle vacanze in Slovenia.

Lascia un commento

Sci transfrontaliero

La Slovenia fa parte dell’Unione Europea dal 2004 oramai. Con la sua entrata nell’unione hanno cominciato a sciogliersi dei confini, che nella storia spesso erano molto turbolenti. Ciò ha contribuita ad alcuni cambiamenti molto concreti e pratici anche nel settore turistico di questa Euroregione .
Uno noto esempio di questo e il collegamento del centro sciistico Canin – Sella Nevea, collocato nel cuore delle Alpi Giulie. Con la costruzione di una nuova funivia e di una nuova pista da sci sono state conesse tra di loro le piste di Canin in Slovenia e quelle di Sella Nevea in Italia. Nei 30 kilometri di piste unificate si utilizza un skipass unico con il quale è possibile accedere alle piste sia dalla parte italiana che da quella slovena. Queste piste sono anche il comprensorio più alto della regione e la stagione sciistica si protrae fino ai primi giorni di maggio.
Un altro esempio di buona collaborazione transfrontaliera è il progetto di unire il Friuli Venezia Giulia, la Slovenia e la Carinzia in un sistema unificato per lo sci nordico. Lo skipass unico ‘senza confini’ potrebbe vedere la luce, nelle intenzioni, entro l’inizio della prossima stagione invernale.

Lascia un commento

Bohinj Park Hotel – Eco hotel

Nel centro delle Alpi Giulie si trova Bohinj, una valle glaciale nota per il lago di Bohinj, il paesaggio puro delle Alpi e un ricco patrimonio culturale. Allo stesso tempo, la valle è una delle attrazioni più importanti di Parco nazionale del Triglav.

La recente apertura (2009) Bohinj Park Hotel a Bohinjska Bistrica è stata premiata con cinque stelle. Ciò che distingue questo hotel è a parte anche se è “verde” credenziali eco-friendly.

L’hotel Eco Bohinj fissa nuovi standard di efficienza energetica. Utilizzo di un pozzo profondo 430m geotermico, che riscalda l’hotel in inverno e lo raffredda in estate, riduce il consumo di energia. Altre misure avanzate comprendono l’estrazione del calore dalle acque di scarico prima che entri nel sistema fognario, la maggioranza dei fulmini hotel è basato sulla tecnologia Power LED e sensori su finestre di camera si spegne l’aria condizionata se lasciata aperta.

Lascia un commento

Older Posts »